Convertito in legge il decreto Terremoto: poco tempo, poche risorse, grande risultato

La Camera dei Deputati stamattina ha convertito in legge il DL55-2018 Terremoto con 398 voti favorevoli, 98 astenuti e nessun contrario.

Prime risposte concrete dunque, attese da tutto il Centro Italia, in particolare dalle Marche (che vantano il non invidiabile record dell’estensione più vasta del territorio danneggiato) e dall’Abruzzo, le cui imprese aquilane sono sottoposte a procedura europea di infrazione. Quest’ultima vicenda è uno dei motivi che hanno portato alla necessaria accelerazione dei lavori nonostante il fortissimo l’ostruzionismo a colpi di emendamenti come ricorda il relatore Patassini. “Dovevamo dare risposte certe in tempi certi. Lo abbiamo fatto intanto attraverso tregua fiscale e superamento della difformità edilizia privata perché intendiamo la ricostruzione in primis come ritorno alla vita delle nostre straordinarie comunità”. [SCARICA IL DETTAGLIO DEI PROVEDIMENTI]

Partecipa alla discussione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: